Significativamente Oltre

web-20

CONGRESSI DS – DL: NASCE IL PARTITO DEMOCRATICO

di Massimo Preziuso

Come tutti noi ci saremmo aspettati, con questo week end di Congressi dei DS e della Margherita (DL) il Partito Democratico chiude la prima fase verso il Partito Democratico: quella del SE farlo.

A Firenze e Roma, chi ha seguito (in Tv o di persona) i due avvenimenti, ha notato la convinta adesione dei due maggiori partiti del Centro Sinistra al Partito Nuovo.

Il congresso dei DS, quello che partiva con maggiori tensioni (date dalla presenza delle tre mozioni), ha visto una platea di delegati compatta sulla Mozione Fassino e, quindi, sulla nascita del PD.

Mussi e i suoi hanno preferito lasciare (anche se in molti, vedono la possibilità di un ritorno del Ministro nel futuro Partito).

Oltre al bellissimo intervento di Fassino, ieri vi è stata la scesa in campo di Walter Veltroni, che ha fatto un grande intervento stile-Kennedy, cha ha colpito tutti, soprattutto quando ha detto di volere “un Partito di CUORI più che di TESTE”.

Il Presidente D’Alema, che ha fatto un altro importante intervento, ha deciso di dimettersi dalla carica, ritenuta ormai obsoleta, vista la “chiusura” dei DS.

Molto interessanti anche gli interventi della Finocchiaro e di Bersani (molto applauditi), di Pittella (sull’importanza di un Partito Europeo) e di Nicolais (sull’innovazione fatta con il Governo ulivista e da continuare nel PD), di Latorre, e di tanti altri.

Al Congresso della Margherita, il Presidente Rutelli ha lanciato con forza il P.D. e parlando della collocazione internazionale ha detto “mai nel PSE, ma insieme al PSE”, aprendo molto al Segretario Fassino.

Il Premier Prodi ha lanciato la “gara” per il Premierato-Leadership del PD, dicendosi pienamente soddisfatto di un percorso da lui iniziato e guidato, che oggi raggiunge un importante risultato:

appunto, la decisione di Socialisti e Democratici di unirsi per un progetto riformista moderno e forte.

Adesso, quindi, data per scontata la nascita del P.D. sarà importante vedere CHI ne sarà il Leader, e quindi COME il Partito nascerà: ma sembra chiaro a tutti che sarà un PARTITO APERTO.

Per questo, INNOVATORI EUROPEI darà ancora il suo contributo.

PS: molto bella la chiusura commossa di Fassino: vi consiglio di guardare il Video!

IL “NOSTRO” MANIFESTO DEL PARTITO DEMOCRATICO

Ecco il Link per leggere il Manifesto del Partito Democratico

C’è il Riferimento al concetto di GENERE E GENERAZIONI 

Una piccola soddisfazione per tutti noi!

I dodici “saggi”. A redigere il manifesto, dopo l’abbandono di Giorgio Ruffolo, sono stati: Rita Borsellino (che però precisa di non aderire automaticamente al Pd), Liliana Cavani, Donata Gottardi, Roberto Gualtieri, Sergio Mattarella, Ermete Realacci, Virginio Rognoni, Michele Salvati, Pietro Scoppola, Giorgio Tonini, Salvatore Vassallo, Luciano Violante.

INNOVATORI EUROPEI

ECCO IL NUOVO PORTALE

Finalmente ci siamo.

Dopo un arduo lavoro, e grazie al lavoro di Rocco, ecco il nostro Nuovo Portale.

Adesso c’è spazio per tutti per collaborare alla redazione e per presentare progetti innovativi..

Scriveteci in tanti.

Un abbraccio e buon lavoro a tutti noi.

Massimo Preziuso

INNOVAZIONE E RICERCA

di Rocco Pellegrini

Sta per arrivare la realtà virtuale che cura il dolore con la creazione di una sorta di mondo parallelo gestito dal software in cui il potenziale paziente affronta al meglio i suoi sintomi.
L’ipotesi è stata lanciata in precedenza da Virtual reality analgesia research center dell’Università di Washington.
La crezione virtuale di un ambiente virtuale in grado di indurre nei pazienti pensieri Positivi può influenzare fortemene le sensazioni dolorose.
Il tutto senza modificare le vie di trasmissione del dolore lungo il sistema nervoso ma riducendo l’attività cerebrale indotta dallo stimolo algido.
Si induce una modificazione dell’area cerebrale interessata controllata alla risonanza magnetica.
Lo stimolo doloroso indotto puo’ attivare molte regioni cerebrali contempoaneamente, interessando ampie fascie del cervello che risultano invece ridotte quando il soggetto si trova nel mondo virtuale.
Presso l’Università dell’Australia del Sud si stanno attivando ulteriori ricerche che presto porteranno dati interessanti, speriamo, anche in Italia.

PARLARE DI EUROPA AI GIOVANI

LA NOTTE DELLE UNIVERSITÀ- EUROPA DEI SAPERI

Parlamento Europeo – Comune di Roma – Università Romane

Osservatorio sulla Comunicazione dell’Europa

in collaborazione con – Gioventù Federalista Europea – LabEuroMedia – Arteteca

presenta: Comunicare l’Europa ai giovani

Università degli Studi “La Sapienza” – Roma – Facoltà di Giurisprudenza, Aula VII 24 marzo 2007, dalle 23.30

Introduce

Luca Borriello, *Università degli Studi del Salento, Scuola Superiore ISUFI

Proiezione de *L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro*, di Rossella Biscotti (10′), Courtesy Galerie Paolo Boselli – Bruxelles
a cura di *Exposito. Osservatorio Giovani Artisti Napoli*

*Coordina*
Roberto Race, *giornalista*

*Ne discutono:*
Juliane Bir, *Segretario Generale Giovani Confederazione Europea dei Sindacati*

Roger Albyniana *Presidente Lymec Giovani Liberali Europei *

Giacomo Filibeck, *Presidente Giovani Socialisti Europei*

Tommaso Pellegrino,* Deputato al Parlamento Italiano, Verdi*

*Interventi di*

Andrea Casu, *Responsabile Esteri Giovani della Margherita*

Chiara Cipolletta,* Direzione Nazionale Gioventù Federalista Europea*

Carlo Imarisio, *Segretario Lazio* *Movimento Federalista Europeo*

Tommaso Visone,* Responsabile Politiche Europee Società Aperta Giovani*

*Conclude*

Sandro Gozi, *Rappresentante della Presidenza del Consiglio per la Celebrazione dei Trattati di Roma*

Sono invitati i partecipanti dello Youth Summit

L’incontro sarà preceduto da una proiezione di filmati sulla figura di Altiero Spinelli e del film *L’Europa non cade dal cielo* (regia di Italo Spinelli), a partire dalle 21:30.

Per informazioni: 3470885233 – 3339064533

L’ALTRA FACCIA DEL LAVORO

L’altra faccia del lavoro a termine. Sono un milione i precari “scaduti”
di FEDERICO PACE

Tanti sono in Italia gli atipici che non hanno più un’occupazione e che cercano disperatamente un impiego. Tra loro contratti a termine
non rinnovati, collaborazioni chiuse e partite Iva senza più un impiego. Se sommati ai precari “al lavoro” si arriva a 3milioni e 700mila. I risultati di uno studio di due ricercatori italiani.

Il tasso di disoccupazione diminuisce. Il mercato del lavoro sembra tornare al bel tempo. Eppure qualcosa nei conti continua a non tornare. Soprattutto a chi il lavoro lo vive sulla propria pelle. Le cose sembrano essere più complicate di quanto non siano a prima vista.
Sì, perché la vitalità mercato del lavoro, se si esclude l’effetto della regolarizzazione dei lavoratori immigrati, sembra ruotare soprattutto intorno ai contratti a termine.

Nell’ultimo trimestre, dice l’Istat, i nuovi posti sono 333mila. Di questi 191mila sono contratti a tempo determinato. Contratti che non
sempre offrono un percorso verso la stabilizzazione. Contratti che per lo più finiscono per scadere. E una volta scaduto il contratto, il
lavoro non c’è più. E forse solo per questo si smette di essere forse precari? No, certo che no. Anzi si diventa forse iper-precari. Precari
all’ennesima potenza.

Visita il Sito di FEDERICO PACE

APPELLO DI INCONTRIAMOCI NEL PARTITO DEMOCRATICO

da INCONTRIAMOCI

Gentili amici,

abbiamo ricevuto da alcuni amici delle nostra rete di Incontriamoci un appello per il Partito Democratico e volentieri lo facciamo circolare.

Crediamo utile che i cittadini si facciano sentire, perchè sono decisivi per la costruzione del Partito Democratico, che può nascere bene solo se “democratico” significa aperto alla partecipazione di tanti.

Ti invitiamo ad aderire e a far circolare questo appello per raccogliere quante più adesioni possibili.

Questa è anche l’occasione per far crescere la nostra comunità che è già di 25.000 iscritti.

Qui sotto trovi il testo dell’appello e le indicazioni per sottoscriverlo.

Con amicizia.

Giulio Santagata

——————————————————-

La recente crisi di governo ha evidenziato come gli elementi caratterizzanti l’autonomia dei partiti della maggioranza, se non rispettano una sintesi politica condivisa, possano mettere in discussione la stessa sopravvivenza della coalizione.

La coscienza dei singoli eletti ha sovrastato l’interesse politico generale della maggioranza degli elettori che hanno voluto questo governo e temono il ritorno del governo di centrodestra. Timore non solo per il rischio della riproposizione di Berlusconi a Presidente del Consiglio, ma soprattutto
perché si verrebbe ad interrompere un processo di riforme, iniziato da questo governo, tanto cauto quanto, alla prova dei fatti, coraggioso se raffrontato a quello di tutti i governi precedenti.

Per questo ci sembra che sia arrivato il momento opportuno perchè i 4 milioni di cittadini che hanno partecipato alle Primarie per scegliere il leader del Centrosinistra rifacciano sentire oggi tutti insieme la loro voce alta e forte.

Bisognerà infatti “rammentare” ai nostri eletti quale è la volontà popolare prevalente ed imporre che tutti i partiti della coalizione rispettino il Programma di Governo, presentato in campagna elettorale, e da tutti sottoscritto.

La crisi di governo ha poi dimostrato, come sia diventata urgente la nascita di un grande soggetto politico come il Partito Democratico che possa essere di riferimento per una coalizione riformista stabile e forte nella capacità di governo.

Lanciamo questo appello perché auspichiamo che il processo di costruzione del Partito Democratico non parta solo dai legittimi accordi dei partiti costituenti, ma si basi sulla volontà chiaramente espressa da milioni di elettori in occasione delle Primarie. Per questa ragione crediamo sia necessario che, nella costruzione di questo nuovo soggetto politico, sia dato il giusto peso e ruolo a chi ha partecipato alle Primarie e ha continuato a dare il proprio sostegno politico al di fuori delle tradizionali strutture di partito.

Per questo proponiamo al coordinamento di Incontriamoci di fare circolare questo appello tra i suoi iscritti alla rete, per ridare forza e voce alla base degli elettori che hanno indicato, sia alle Primarie che alle Politiche, una volontà unitaria per un partito democratico e riformista.

Abate Matelda, Alemi Mahvash, Angeli Fiorella, Bargelli Franco, Bellumore Cinzia, Bianchedo Ines, Capponi Francesco, Ciabattoni Rossana, Corato Simonetta, Costa Claudia, Del Campo Michele, Fanchiotti Aldo, Claudio Francia, Iori Aurelio, Gervasio Leietta, Guastalla Giorgio, Ndiaye Insa,
Pagani Fabio, Pellicelli Fausto, Pipari Domenica, Re Leonardo, Redini Marika, Rossi Antonia, Russo Carmine, Salanitro Maria, Sechi Alessandro, Stolfi Nicola, Traclò Francesco

GENERAZIONE U SCENDE IN CAMPO

Ho trovato la idea di Mario Adinolfi di scendere in campo con Generazione U alle amministrative davvero ottima.
Sono convinto che faranno bene, in varie realtà territoriali.
Voglio anche dirvi che Adinolfi invita a farsi avanti.
Se qualcuno di voi volesse candidarsi in una delle liste, sarebbe una ottima cosa.
Cordiali saluti.
Massimo

Sostieni Innovatori Europei
News da Twitter
News da Facebook