Significativamente Oltre

I territori, centri di eccellenza

territoridi Giuseppina Bonaviri

(Già molti mesi fa l’innovatrice Bonaviri nella sua campagna elettore come Sindaco indipendente tratteggiava questo percorso che – nella prima conferenza di Zingaretti Presidente svoltasi Frosinone di  qualche giorno fa – ritorna quale tema centrale del suo dibattere. I veri Innovatori precorrono sempre i tempi !)

Ripiegamenti dei partiti, faide negli enti locali, incertezze di ritorno, continue transizioni di correnti, danno ragione del corto circuito di una politica bloccata da dosaggi , da meccanismi elettorali statici, da stanchezza della rappresentatività nei territori.

Un profondo rinnovamento prevede un cambio di rotta: l’inclusione, il coinvolgimento, la partecipazione , la piena cittadinanza. La forza dei territori diviene fondante per nuove identità, è una riserva di autonomia e pluralismo.

Non si può continuare a pensare che il territorio rimanga solo il bacino di esercitazioni da parte degli apparati e di amministratori sull’orlo di una crisi di nervi per questioni morali .

Testimoniare discontinuità rimanendo vincolati agli equilibri legati alle appartenenze di ieri non è rispettoso per i tanti nostri concittadini ne per coloro che rimangono legati alle vecchie logiche di potere ne per l’autorevolezza di una leadership che vada coniugata con il protagonismo e la vivacità di una intera comunità.

Partiti personali e derive presidenzialistiche non appartengono alla nostra cultura, a noi che viviamo la politica come una opportunità per il riscatto civile e morale. Siamo per una sobrietà nell’attribuzione della giuda e della responsabilità di governo con la definizione di criteri e regole precise ed imprescindibili per le sfide che ci attendono e nel rispetto dei nostri simili.

Un appello va fatto anche alla Regione Lazio: sia portatrice seria di innovazione diventando un sistema policentrico che consente di rimettere in moto i territori con formule che accorcino il divario tra Roma metropolitana e il resto del Lazio attraverso una politica di coesione di tutti Comuni.

Chiediamo certezza di interventi mirati alla ripresa dell’economia locale mirati alla riqualificazione dei servizi e alla localizzazione di attività di eccellenza anche nelle periferie. La nostra provincia ciociara può giocare un ruolo da protagonista nella trasformazione di governi coordinatori di aree vaste con il rilancio di processi aggregativi e di riequilibrio.

Semplificare e snellire le procedure della macchina amministrativa( es. i tempi infiniti per le conferenze di servizi, per la formulazione di pareri tecnici, per il rilascio di nullaosta e autorizzazioni) primo passo di un ammodernamento.

La città capoluogo deve affrontare delle priorità programmatiche nei prossimi mesi: ripristinare l’alta sanità riaffermando il diritto alla salute, le politiche familiari, gli sprechi e le inefficienze dei servizi pubblici, la difficoltà all’occupazione stabile, il diritto allo studio e alla formazione, la crescita sostenibile, i patti per la sicurezza- cultura -turismo.

Da una Frusino senescente ed ingrigita ad una città sostenibile e dinamica inserita attivamente nell’area euro mediterranea, perno di flussi economici e culturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome(richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo numero di telefono (opzionale)

Codice di controllo
captcha

News da Twitter
News da Facebook
 
Login