Significativamente Oltre

Una riforma del lavoro che punisce la competenza è inaccettabile.

Dispiace dirlo ma questa della agevolazione per assunzioni con contratti a “tempo indeterminato” SOLO SE si è under 29 – over 50, senza alcuna riflessione sulle “competenze” dei lavoratori, non si capisce.

Anzi rischia di cacciare dal mercato le vere professionalità, che solitamente sono quasi sempre “a tempo determinato”, per puri ragionamenti di diminuzione di costi che da sempre attraggono i “saggi” imprenditori e datori di lavoro italiani, ancora di più in tempi di crisi.

Se poi è vero che le assunzioni (a tempo indeterminato!!) degli under 29 sono solo per chi” sia privo di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi o sia privo di un diploma di scuola media superiore / professionale o vive solo o con una o più persone a carico”, in una knowledge based society a cui da decenni tendiamo inutilmente, questo è un brutto esempio di policy making.

Un po’ più interessante è l’idea di agevolare gli imprenditori che assumono lavoratori in cassa integrazione (non solo over 50, noi diremmo), in questo modo ragionando in ottica win-win tra Stato, impresa e lavoratore.

 
Speriamo allora che si corregga il tiro di questa riforma incompleta e si inserisca un “fattore competenza” in questa che, altrimenti, verrà ricordata come l’ennesima occasione sprecata o inutile.
 
E che si indirizzi questa riforma almeno ad un accenno di politica industriale orientata ai temi dello sviluppo sostenibile del Paese, ai lavori “verdi” e/o a quelli legati alle industrie tecnologiche del futuro.
 
Questo soprattutto quando, dalla Cina agli USA, passando per l’Europa, tutti riflettono sulla necessità di una nuova specializzazione produttiva legata alle competenze richieste dalle nuove industrie tecnologiche (si direbbe “hi tech“).
 
Ed in ultimo, diciamo pure che il problema italiano non è la mancanza dei contratti a tempo indeterminato. La nostra carenza ha a che fare con la competitività del sistema Paese, che è cosa molto più complessa, e richiede soluzioni di politica industriale ed economica strutturate e direzionate.

 

Una risposta a Una riforma del lavoro che punisce la competenza è inaccettabile.

  • massimo scrive:

    scusate mi chiedo gli over 29 fino a 49 anni cosa faranno? rapine e spaccio autorizzati dal ministro fornero?
    attendo risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome(richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo numero di telefono (opzionale)

Codice di controllo
captcha

News da Twitter
News da Facebook
 
Login