Significativamente Oltre

INNOVAZIONE E RICERCA

di Rocco Pellegrini

Sta per arrivare la realtà virtuale che cura il dolore con la creazione di una sorta di mondo parallelo gestito dal software in cui il potenziale paziente affronta al meglio i suoi sintomi.
L’ipotesi è stata lanciata in precedenza da Virtual reality analgesia research center dell’Università di Washington.
La crezione virtuale di un ambiente virtuale in grado di indurre nei pazienti pensieri Positivi può influenzare fortemene le sensazioni dolorose.
Il tutto senza modificare le vie di trasmissione del dolore lungo il sistema nervoso ma riducendo l’attività cerebrale indotta dallo stimolo algido.
Si induce una modificazione dell’area cerebrale interessata controllata alla risonanza magnetica.
Lo stimolo doloroso indotto puo’ attivare molte regioni cerebrali contempoaneamente, interessando ampie fascie del cervello che risultano invece ridotte quando il soggetto si trova nel mondo virtuale.
Presso l’Università dell’Australia del Sud si stanno attivando ulteriori ricerche che presto porteranno dati interessanti, speriamo, anche in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome(richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo numero di telefono (opzionale)

Codice di controllo
captcha

News da Twitter
News da Facebook
 
Login