Significativamente Oltre

CONVEGNO SU CONGESTION CHARGE

Congestion charge e Tecnologie ICT:  automobili e infrastrutture intelligenti per città senza traffico

25 Maggio 2007 ore 9.30

FORUM PA Roma
Il seminario si presenta come un follow-up del progetto “Beyond e-government” presentato insieme alla London School of Economics nel maggio 2006 e della ricerca di Vision, condotta nel 2004-2005, sull’impatto delle Tecnologie dell’informazione e della comunicazione sull’automobile e sul sistema dei trasporti.
Il progetto condotto in collaborazione con il Forum PA affronta una questione di grandi proporzioni per almeno due motivi:
1. la congestione urbana sta diventando sempre di più un problema con il quale i cittadini sembrano non più disposti a convivere: i cambiamenti climatici, il pericolo concreto del picco nelle riserve, la crescita del valore che attribuiamo al tempo e l’insopportabilità di sprechi così estesi rendono sempre più vicino il punto di rottura “politico”, di consenso rispetto ad un problema spesso ritenuto irrisolvibile;
2. l’aumento delle informazioni a disposizione dell’automobilista (o del passeggero nel caso del trasporto pubblico) e del sistema di gestione della mobilità urbana è, per diverse ragioni industriali e tecnologiche, la nuova frontiera di quella rivoluzione tecnologica che stenta ancora a trovare proposte di creazione di valore di grande interesse e continuità.
I principali obiettivi del seminario sono:
1. presentare una misurazione del problema da affrontare e l’evoluzione nel tempo delle varie categorie di costo (tempo perso, danni ambientali e contributo al cambiamento climatico, sicurezza, infrastrutture) che sono associate alla congestione;
2. ricostruire il quadro delle iniziative internazionali e legislative che sempre di più rendono irrimandabile un intervento;
3. misurare l’efficacia delle soluzioni tradizionali ed, in particolare, delle strategie di ampliamento della infrastruttura stradale e di spostamento di quote di trasporto dal mezzo privato a quello pubblico;
4. identificare l’impatto e le caratteristiche di una strategia innovativa che punti all’aumento dell’informazione disponibile sia agli individui (automobilisti, fruitori del servizio pubblico) che a chi governa il sistema complessivo (centrali del traffico, centrali di gestione del servizio pubblico) per assumere decisioni sia nel breve (risposte ad emergenze, itinerari) che nel medio e nel lungo termine (fino alla scelta delle opzioni ottimali in termini di costruzione di nuove infrastrutture); verranno, a questo proposito valutate strategie di interazione tra individui e sistemi che abbiano come finalità quella di gestire la domanda di mobilità attraverso consigli, incentivi, pagamenti di prezzi per l’ingresso in determinate aree della città;
5. descrivere le problematiche tecnologiche che esistono per realizzare diverse politiche (tecnologie di rilevazione dei volumi del traffico, sistemi per governare – knowledge management system – le informazioni disponibili e trarne suggerimenti operativi, strumenti per effettuare il pagamento di biglietti per l’ingresso nelle città, diversi approcci al controllo delle automobili nel caso di divieti e zone a tariffazione, prenotazioni e pagamento di parcheggi), le soluzioni esistenti e le necessità in termini di integrazione di sistemi;
6. valutare la complessità politica, di consenso per le amministrazioni locali di operazioni di questo genere e chiarire i criteri con i quali in altri ambienti (Londra, ad esempio), attraverso un’azione di coinvolgimento, di comunicazione e di leadership sono state superate le resistenze più difficili;
7. definire le opzioni di finanziamento (anche privato) di queste ipotesi e alcune progettualità da sperimentare nell’ambito dei programmi destinati all’innovazione e governati dall’Unione Europea e dalle Regioni e enti locali italiani.

Il seminario indica una serie di soluzioni (rispetto alle quali è stato misurato il gradimento da parte di segmenti di cittadini) e propone sulla base di quest’ultime un confronto tra i protagonisti (le amministrazioni delle grandi città, i produttori di automobili, i produttori delle tecnologie ICT che stanno trasformando la natura della stessa automobile) coinvolti, a vario livello, nei diversi progetti sul traffico.

L’obiettivo finale è identificare una serie di progettualità, da meglio calibrare nel corso del seminario e rispetto alle quali sviluppare applicazioni in grado di produrre dei vantaggi concreti per tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome(richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo numero di telefono (opzionale)

Codice di controllo
captcha

News da Twitter
News da Facebook
 
Login