Significativamente Oltre

RIDATECI IL MATTARELLUM

di Luigi Restaino

Il Referendum per porre rimedio alla brutta, bruttissima legge elettorale votata dal centrodestra a fine legislatura e ripudiata dal suo stesso padre, il leghista Calderoli che la definì “una porcata”, è senz’altro da sostenere. Eppure ci sarebbe una via più semplice, veloce ed elegante di risolvere questo pasticciaccio e ridare al popolo il potere (una parte almeno) di eleggere i prorpi rapresentanti, di scegliere i propri “dipendenti”. Basterebbe, come suggerisce intelligentemente ed anche un pò provocatoriamente, Sebastiano Messina su Repubblica del 30 Aprile, che il Parlamento approvasse una legge di nove (solo 9) parole “la legge 21 dicembre 2005 n.270 è abrogata”. Si tornerebbe immediatamente alla legge Mattarella che fu approvata “sotto dettatura del corpo elettorale” che aveva votato sì al maggioritario e sarebbe una soluzione eccellente (almeno inconfronto alla situazione attuale o a quella che ne verrebbe fuori da una vittoria del referendum).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome(richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo numero di telefono (opzionale)

Codice di controllo
captcha

News da Twitter
News da Facebook
 
Login