Significativamente Oltre

RECORD: DEFICIT ALL’ 1,3%!

Sta per caso finalmente cambiando qualcosa in Italia?

da Repubblica.it

ROMA – Il deficit si è attestato nei primo 9 mesi dell’anno scorso all’1,3% del Pil (4% nello stesso periodo 2006). Si tratta del risultato migliore dal 1999. Lo comunica l’Istat. Nel terzo trimestre 2007 il deficit è stato pari allo 0,5% del Pil. Il risultato si deve all’effetto combinato di maggiori entrate (+7,2%) e una contrazione delle uscite (-5,5%). Il saldo primario si è portato, in 9 mesi, al 3,5% del Pil.

Nel terzo trimestre l’incidenza sul Pil dell’avanzo primario è stata pari al 4,4%, contro -1,7% dello stesso periodo del 2006. Nello stesso periodo il saldo corrente (risparmio) è risultato positivo e pari a 10.411 milioni di euro, contro il valore positivo di 5.105 milioni di euro nel corrispondente trimestre dell’anno precedente, con una incidenza positiva sul Pil pari al 2,7% (più 1,4% nel corrispondente trimestre del 2006). Complessivamente nei primi nove mesi dell’anno 2007 il saldo corrente in rapporto al Pil risulta positivo e pari all’ 1,7% (più 0,8% nel corrispondente periodo del 2006).

L’Istat ricorda che, nell’interpretare il confronto tra i dati del 2007 e quelli del 2006, si deve tener presente che nel terzo trimestre 2006 sono stati contabilizzati nelle altre uscite in conto capitale i rimborsi inerenti alla detraibilità dell’IVA conseguenti alla sentenza del 14 settembre 2006 della Corte di Giustizia europea, che sulla base delle informazioni disponibili sono stati stimati per un importo pari a 15.982 milioni di euro.

Pertanto nel terzo trimestre 2007 le uscite totali sono diminuite in termini tendenziali del 5,5%, e il loro valore in rapporto al Pil è pari al 44,2 % (48,9% nel corrispondente trimestre del 2006), ma non si tratta di una dimuzione delle uscite correnti, che sono invece aumentate in termini tendenziali del 3,7%.

Crescono anche le entrate totali (+7,2%) con un’incidenza sul prodotto che passa dal 42,7 al 43,7% e aumentano anche le entrate correnti con un +7% dovuto alla crescita delle imposte dirette (+13%), delle imposte indirette (+4%), dei contributi sociali (+5,8%) e delle altre entrate correnti (+2,1%). Per quanto riguarda le entrate in conto capitale si registra un aumento del 40,6% dovuto alla crescite delle imposte in conto capitale che passano da 48 milioni a 80 milioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome(richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo numero di telefono (opzionale)

Codice di controllo
captcha

News da Twitter
News da Facebook
 
Login