Significativamente Oltre

L’ANNO FONDAMENTALE ITALIANO

Ciao a tutti.

Spero la vostra Estate sia andata al meglio.

Ricomincia un altro anno, che a mio avviso è unico e fondamentale per il nostro Paese: o si da una svolta ora o sarà impossibile farlo in futuro, e ci ritroveremo, per un lunghissimo periodo, con un arretrato paese oligarchico.

E in questo fondamentale sarà il ruolo del “nostro amico” Partito Democratico: spero davvero che si RISVEGLIERA’ dal LUNGO SONNO iniziato ad Aprile.

Per capire questo, la settimana prossima andrò alla Summer School del PD, in cui spero di trovarvi in tanti.

Intanto, da parte mia, due segnali negativi li ho già avvertiti in due giorni, nella città di Roma (che è la cassa di risonanza del Paese):

1) Lunedi, Fiumicino, un Aereo di Air One (futuro main partner della “nuova” Alitalia) ci tiene 1 ORA fermi sull’aereo in arrivo da Atene perchè “un giovane lavoratore pieno di tatuaggi in mostra aveva lasciato la sua macchinina sotto il nostro aereo in uno spazio riservato ai Bus di collegamento”…poi ancora 1 ORA per aspettare i bagagli e sono DUE.

SE QUESTA SARA’ la “NUOVA COMPAGNIA ITALIANA”…

2) Tra ieri e oggi ho avuto modo di girare, in macchina, per Roma: bene la zone intorno a Via Veneto e Piazza Fiume, così come i Parioli, sono ancor di più diventati un “pattumaio di macchine e motorette che ormai arrivano ad invadere i portoni e i piedi delle persone in transito, a tutte le ore”: se poi si vuole rispettare il codice della strada, e trovare un NORMALE parcheggio, ci si impiega 1 ORA..

Lo avevo scritto prima delle elezioni al Sindaco Rutelli, sul suo Facebook: è fondamentale fare attenzione anche e soprattutto alla Mobilità delle zone centrali di Roma: vi è poco da dire, lì si concentrano molti degli INTELLECTUAL WORKERS – MOTORE dell’economia e della Società di Roma.

Poco è cambiato, ed in peggio, e quelle persone, è il mio sentore, potrebbero davvero andarsene (anzi, a giudicare con gli occhi del passante, molti se ne sono già andati).

SE QUESTO DOVESSE ACCADERE..

Che dire: continuiamo, nel nostro piccolo, a dare una mano a questo “Bello e Martoriato” Paese, ma vi è davvero poco tempo per cambiare.

Buon inizio,

Massimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome(richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo numero di telefono (opzionale)

Codice di controllo
captcha

News da Twitter
News da Facebook
 
Login