Significativamente Oltre

INTERVISTA: ANDREA PEZZI

Intervista ad Andrea Pezzi, noto personaggio televisivo, e non solo

di Massimo Preziuso

1) Dalla TV-Giovane MTV (come Voice Jockey) alla Comunicazione (come esperto per Grandi Multinazionali) alla Televisione (tra le tante, il successo di TORNASOLE sulla Rai) alla scrittura di Libri (sulla “Globalizzazione” e sui nuovi scenari), Andrea: quali i momenti che ti hanno maggiormente arricchito come uomo e come professionista?

La mia crescita non è legata alle cose visibili che faccio, ma allo studio. Il lavoro è solo il banco di prova in cui gioco a mettere in pratica le conquiste interiori che raggiungo. Se in ogni caso dovessi dare un risposta comunque non esaustiva direi che gli ultimi 6 anni in cui ho avuto modo di viaggiare molto sono stati decisamente fortificanti. Il coraggio delle proprie idee e delle proprie ambizioni riesci a farlo crescere nella misura in cui ti rendi conto che il mondo è grande, che le idee sono tante, che gli stili di vita sono tanti… e che forse noi italiani non abbiamo sempre ragione.

2) Da giovane, come vedi questo momento storico , da un punto di vista politico e culturale, per l’ Italia e l’ Europa? C’è spazio concreo per la Innovazione?

L’innovazione non è mai stata e mai sarà  garantita dal sistema. L’innovazione nasce sempre e solo da uomini liberi che stanno fuori sistema, che vivono per la società  ma non le appartengono. La nostra cultura italiana in particolare però ha bisogno di essere rifondata da capo. La classe dei sedicenti intellettuali del nostro paese non è in grado di garantire nessun tipo di crescita e di valore per il nostro paese, e per questo sarebbe ora che si togliessero di mezzo. Ovviamente so che non lo faranno mai e tanto meno credo si debbano fare delle rivoluzioni. Ancora una volta è un problema di tipo individuale. Arrivare al potere in campo culturale e intellettuale significa avere una missione, sentire una responsabilità  profonda: un intellettuale è colui il quale sa vedere dentro la realtà  e sa dare risposte pratiche e concrete alla vita reale: le congetture servono solo a drogare il sistema.
Cercare il potere va bene ma prima, individualmente ognuno di noi deve cercare la propria eccellenza.

3) Cosa ne pensi del Progetto “INNOVATORI EUROPEI”?
Condividi sul fatto che le DONNE e i GIOVANI siano I VERI INNOVATORI delle nostre Società ?

Credo che essere pionieri oggi non sia più un atto eroico ma una necessità . I giovani sono sempre interessanti nella misura in cui la loro coscienza è ancora flessibile e quindi potenzialmente sono un ottimo serbatoio di novità  e crescita per tutta la società . Le donne invece, fatte alcune eccezioni, sono incapaci di prendersi la responsabilità  della loro vita. Dovrebbero smettere di dare il primato ai valori biologici della coppia e della maternità  per diventare davvero un faro per la società  del futuro.

Grazie.

Roma, 28 Gennaio 2007

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome(richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo numero di telefono (opzionale)

Codice di controllo
captcha

News da Twitter
News da Facebook
 
Login