Significativamente Oltre

DOCUMENTO DI NAPOLI PER LETTA

Articoli su “IlMattino” di Napoli del 04 settembre 2007

LE ADESIONI

Il documento dei democratici: «Un segno di discontinuità per cambiare e innovare»

Con il segretario regionale della Uil Anna Rea e con il docente di Storia Contemporanea al Suor Orsola Benincasa, si allarga il novero dei sostenitori campani di Enrico Letta. L’annuncio arriva nell’affollata saletta dell’Hotel Vesuvio: al tavolo, accanto al candidato alla segreteria nazionale del Pd, ci sono fra gli altri il presidente della Commissione parlamentare agli Affari esteri
Umberto Ranieri, l’ex assessore al Comune di Napoli Amedeo Lepore, l’europarlamentare e coordinatore nazionale Gianni Pittella, il consigliere regionale Guglielmo Vaccaro, l’assessore alla Provincia di Napoli Giuliana Di Fiore. Di fronte un parterre affollato dai sostenitori, daqualche curioso e soprattutto dal gruppo di intellettuali che hanno redatto il manifesto dei
«Democratici per Letta». Un documento che punta molto sul tentativo di innovazione che il Pd si propone di compiere nel segno della discontinuità: «In Campania è forte il rischio che il confronto su idee e programmi per il territorio, per l’interpretazione campana della via al Pd, pur necessario, si risolva nella liturgia dei manifesti programmatici, facendo passare in secondo piano un elemento programmatico altrettanto fondamentale, questo sì che interessa la gente: il bisogno di visibili elementi di quella discontinuità politica da tanti avvertita come prerequisito per ricostruire un clima di fiducia tra politica e cittadini».

A firmarlo ci sono: Pina Amarelli Mengano, Paolo Barbieri, Carlo Borgomeo, Alfredo Budillon, Raffaele Cananzi, il ricercatore Roberto Defez, l’editorialista Umberto De Gregorio, Marinella De Nigris, Sara Diamare. Gli economisti Adriano Giannola, Massimo Gerli e Massimo Lo Cicero, il fisico Paolo Guerriero, Silvio Lugnano, Carlo Mamone Capria, Fabrizio Mangoni, Gilberto Antonio Marselli, Marie Jo Nervì. I docenti universitari Eugenio Mazzarella, Enrico De Simone, Michele Cioffi, Erminia Agozzino, Paola De Vivo, Amelia Filippelli, Giuliana Di Fiore, Gustavo Mita, Amedeo Lepore, Franco Ortolani, Mario
Raffa, Caterina Romano, Valerio Tozzi. E poi Aldo Schiassi, Goffredo Sciaudone, Vincenzo Sica, Valeria Spagnuolo del Formez, Pasquale Orlando (Acli), Massimo Preziuso (Innovatori Europei), Ernesto Mostardi (Fuoricentro Scampia), Antonio Vosa (Nadir), Francesco Ganguzza (Movimento Democratico Europeo), Eliana Mauro (Incontriamoci), Antonio Principe (Circolo
Amartya Sen – Libertà e sviluppo), Fabio Nupieri (Libertà e giustizia), Teresa Leone (Anthares), Marisa Camardella (Assopedoni), Roberto Mercurio (segretario provinciale Fabi), Giulia Simone (Associazione per la difesa dei diritti dei consumatori), Emmanuela Saggese (Associazione per la difesa dei diritti dei consumatori), Adriano Varriale (Cisl Campania), Luigi Esposito (Centro Culturale VivaCampaniaViva), Raffaele Esposito (Associazione Arenaccia), Paolo Di Fusco
(Associazione sportivo-culturale Pianura).

cor.cas.
04/09/2007

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome(richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo numero di telefono (opzionale)

Codice di controllo
captcha

News da Twitter
News da Facebook
 
Login